Home  > Sedute del Consiglio  > Sedute precedenti  > 18/10/2011  > Deliberazioni adottate  > 93/4

 

 

CONSIGLIO REGIONALE DELL'ABRUZZO

 

IX LEGISLATURA

 

vvvvvvv

 

SEDUTA  DEL 18.10.2011

 

Presidenza del Presidente: PAGANO

 

Consigliere Segretario: PETRI

 

ASS.

 

ASS.

 

ASS.

 

ASS.

ACERBO

DE FANIS

MENNA

SAIA

ARGIRÒ

DE MATTEIS

MILANO

X

SCLOCCO

CAPORALE

DI BASTIANO

MORRA

SOSPIRI 

CARAMANICO

DI LUCA

NASUTI

STATI

X

CASTIGLIONE

X

DI MATTEO

PAGANO

SULPIZIO

CHIAVAROLI F.

DI PANGRAZIO

PALOMBA

TAGLIENTE

CHIAVAROLI R.

X

DI PAOLO

PAOLINI

TERRA

CHIODI

FEBBO

PETRI

VENTURONI

COSTANTINI

GATTI

PROSPERO

VERÌ

D'ALESSANDRO Camillo

GIULIANTE

RABUFFO

 

 

D'ALESSANDRO Cesare

IAMPIERI

RICCIUTI

 

 

D'AMICO

MASCI

RUFFINI

 

 

 

VERBALE N. 93/4

 

OGGETTO:

Comune di Basciano (TE) - Variante al Piano Regolatore Esecutivo vigente in variante al Piano Regolatore Paesistico (P.R.P.).

 

IL CONSIGLIO REGIONALE

Udita la relazione della 2ª Commissione consiliare permanente svolta dal Presidente Ricciuti che, allegata al presente atto, ne costituisce parte integrante;

VISTA la proposta di deliberazione della Giunta Regionale n. 186/C del 14 Marzo 2011 avente per oggetto: "Comune di Basciano (TE) - Variante al Piano Regolatore Esecutivo vigente in Variante al Piano Regionale Paesistico (P.R.P.)";

VISTA la deliberazione del Consiglio Comunale di Basciano n. 35 del 27.09.2008 di "Variante al Piano Regolatore Esecutivo vigente in Variante al Piano Regionale Paesistico (P.R.P.) - Provvedimenti";

CONSIDERATO che il territorio del Comune di Basciano (TE) è interessato dal Piano Regionale Paesistico, "Ambito Fluviale - Fiumi Vomano - Tordino", approvato con delibera di Consiglio Regionale n. 141/21 del 21/03/90;

PRESO ATTO che la Giunta Regionale con deliberazione n. 186/C del 14/03/2011 ha:

-   considerato che per la definizione della richiesta, avanzata dall'Amministrazione Comunale, in merito alla modifica del Piano Regionale Paesistico occorre applicare il quinto comma dell'art. 2 bis della L.R. 2/2003 come modificata dalla L.R. 49/2004;

-   considerato che alla luce di tali disposizioni si desume quanto segue:

1. la proposta, nel caso in questione, comporta "circoscritte" varianti al Piano Regionale Paesistico";

2. in relazione a quanto sopra richiamato dette varianti al Piano Regionale Paesistico debbono essere approvate dal Consiglio Regionale;

3. il provvedimento del Consiglio Regionale rappresenta "condizione imprescindibile" per la definitiva approvazione della variante al P.R.E. (comma 5 art. 2-bis L.R. 2/2003);

-   dato atto che, in applicazione delle disposizioni richiamate, l'approvazione definitiva rimane, nella fattispecie, subordinata a quella della Regione e deve seguire alla conclusione di questa;

-   fatto esaminare nel merito dalla Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Valutazioni Ambientali, Energia - Servizio Tutela Valorizzazione del Paesaggio e Valutazioni Ambientali - Ufficio Valutazione del Paesaggio la richiesta di variante al Piano Regionale Paesistico ricadente nell' Ambito Paesistico Fluviale n. 8 "Fiumi Vomano - Tordino" composta dagli elaborati di cui all'allegato elenco;

-   visto il parere "favorevole" n. 2010/6614 del 20/10/2010 espresso dal Comitato Regionale per i Beni Ambientali in relazione all' art. 1 della L.R. 13.02.2003, n. 2, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto deliberativo;

-   considerato che il suddetto parere si esprime sulle richieste di variazioni del Piano Regionale Paesistico avanzate dall'Amministrazione Comunale di Basciano (TE);

-   dato atto che il Direttore dell'Area Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Valutazioni Ambientali, Energia, ha attestato la legittimità della deliberazione proposta;

UDITI gli interventi dei consiglieri Acerbo, Ruffini, Caporale, D'Alessandro Cesare e Saia che annunciano il voto di astensione;

UDITO, altresì, l'intervento del consigliere Menna, che annuncia il voto favorevole;

a maggioranza Statutaria espressa con voto palese

DELIBERA

Per quanto espresso in narrativa:

1. di approvare, ai sensi dell'art. 3 della L.R. 15/12/2004, n. 49, la variante al Piano Regionale Paesistico, come esplicitata nel parere 2010/6614 emesso dal Comitato Regionale per i Beni Ambientali nella seduta del 20/10/2010, parte integrante e sostanziale del presente provvedimento unitamente agli elaborati elencati;

2. di dare atto che il presente provvedimento costituisce assenso anche ai sensi dell' ex art. 145 D.L.vo 22 gennaio 2004, n. 42 e ss.mm. e ii;

3. di dare atto che, ai sensi dei commi 5 e 6 dell'art. 2-bis della L.R. 2/2003, così come modificata ed integrata dalla L.R. 49/2004, la presente deliberazione costituisce, dopo la pubblicazione sul BURA, variante al P.R.P. e si pone come condizione imprescindibile per la definitiva approvazione della variante al Piano Regolatore Generale (PRG);

4. di trasmettere il presente provvedimento al Presidente della Giunta Regionale per i successivi adempimenti di rito a cura della Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Valutazioni Ambientali, Energia.

 

 

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO

IL PRESIDENTE

 

 

CMz/rd

 
 
logo Consiglio Regionale dell'Abruzzo
Consiglio regionale dell'Abruzzo Via Michele Iacobucci  n.4
67100 L'Aquila. Tel. 0862/6441