Legge Statutaria Regionale 9 febbraio 2012, n. 1

Modifiche allo Statuto della Regione Abruzzo.

(Approvata dal Consiglio regionale, ai sensi dell'art. 123 Cost., con due deliberazioni successive, in data 19 luglio 2011 e in data 20 settembre 2011, è stata pubblicata nel BURA 10 ottobre 2011, n. 63 Speciale ai sensi dell'art. 2 della L.R. 23 gennaio 2004, n. 5.
Non essendo state presentate richieste di referendum nel termine di tre mesi da tale pubblicazione, in data 9 febbraio 2012, il Presidente della Giunta regionale ha provveduto alla sua promulgazione ai sensi dell'art. 3 della L.R. n. 5 del 2004.
La legge statutaria è stata pubblicata nel BURA 17 febbraio 2012, n. 13 Speciale ed è entrata in vigore il 3 marzo 2012.)

 

Testo vigente
(in vigore dal 03/03/2012)

 
   

 
Indice

Art. 1 - (Modifiche dell'articolo 9 dello Statuto)

Art. 2 - (Modifica dell'articolo 17, comma 1, dello Statuto)

Art. 3 - (Sostituzione dell'articolo 20, comma 1, dello Statuto)

Art. 4 - (Modifica dell'articolo 21, comma 2, dello Statuto)

Art. 5 - (Modifica dell'articolo 29, comma 4, dello Statuto)

Art. 6 - (Sostituzione dell'articolo 33, comma 2, dello Statuto)

Art. 7 - (Modifica dell'articolo 39, comma 2, dello Statuto)

Art. 8 - (Sostituzione dell'articolo 40 dello Statuto)

Art. 9 - (Sostituzione dell'articolo 85, comma 2, dello Statuto)

Art. 10 - (Sostituzione dell'articolo 86 dello Statuto)

 

Art. 1
(Modifiche dell'articolo 9 dello Statuto)

1. Alla rubrica dell'articolo 9 dello Statuto, dopo le parole "il territorio," sono inserite le seguenti: "l'acqua,".

2. Al comma 1 dell'articolo 9 dello Statuto sono aggiunte, in fine, le parole: "; assicura il carattere pubblico dell'acqua, quale bene comune dell'umanità, appartenente a tutti gli organismi viventi, anche a garanzia delle generazioni future".

Art. 2
(Modifica dell'articolo 17, comma 1, dello Statuto)

1. Al comma 1 dell'articolo 17 dello Statuto le parole "una settimana" sono sostituite dalle seguenti: "dieci giorni".

Art. 3
(Sostituzione dell'articolo 20, comma 1, dello Statuto)

1. Il comma 1 dell'articolo 20 dello Statuto è sostituito dal seguente:
"1. Il Consiglio ha autonomia organizzativa, amministrativa, contabile e patrimoniale, che esercita a norma dello Statuto, delle leggi e dei regolamenti adottati sulla base dei principi fissati dalla legge.".

Art. 4
(Modifica dell'articolo 21, comma 2, dello Statuto)

1. Al comma 2 dell'articolo 21 dello Statuto sono aggiunte, in fine, le parole: "sulla base dei principi fissati dalla legge".

Art. 5
(Modifica dell'articolo 29, comma 4, dello Statuto)

1. Al comma 4 dell'articolo 29 dello Statuto sono aggiunte, in fine, le parole: "secondo i casi e le modalità disciplinati dal Regolamento".

Art. 6
(Sostituzione dell'articolo 33, comma 2, dello Statuto)

1. Il comma 2 dell'articolo 33 dello Statuto è sostituito dal seguente: 
"2. Il procedimento redigente non può essere utilizzato per l'esame dei progetti di legge relativi alla modifica dello Statuto, alla legge elettorale, alla legge comunitaria regionale, alla legge di approvazione del bilancio, del rendiconto e alla legge finanziaria.".

Art. 7
(Modifica dell'articolo 39, comma 2, dello Statuto)

1. Al comma 2 dell'articolo 39 dello Statuto le parole "la promulgazione" sono sostituite dalle seguenti: "l'emanazione".

Art. 8
(Sostituzione dell'articolo 40 dello Statuto)

1. L'articolo 40 dello Statuto è sostituito dal seguente:
"Art. 40
La qualità delle norme e i Testi unici
1. I testi normativi della Regione sono improntati a principi di chiarezza e semplicità di formulazione e al rispetto delle regole fissate dalla legge sulla qualità della normazione. 
2. La legge di cui al comma 1 può prevedere, per materie determinate ed omogenee, la redazione di Testi unici regionali, fissando termini, principi e criteri direttivi. 
3. I Testi unici compilativi sono approvati dal Consiglio con la sola votazione finale. 
4. I Testi unici possono essere abrogati o modificati, anche parzialmente, solo in modo espresso. 
5. La legge di cui al comma 1 e i regolamenti interni, del Consiglio e della Giunta, stabiliscono gli obblighi volti a garantire la qualità delle fonti normative e le modalità di formazione, approvazione e mantenimento dei Testi unici.".

Art. 9
(Sostituzione dell'articolo 85, comma 2, dello Statuto)

1. Il comma 2 dell'articolo 85 dello Statuto è sostituito dal seguente: 
"2. Il Consiglio regionale può designare due componenti della sezione regionale di controllo della Corte dei Conti.".

Art. 10
(Sostituzione dell'articolo 86 dello Statuto)

1. L'articolo 86 dello Statuto è sostituito dal seguente:
"Art. 86
L'indizione delle elezioni e l'amministrazione straordinaria della Regione
1. Nel caso in cui lo scioglimento del Consiglio regionale o la rimozione del Presidente della Giunta avvenga per atti contrari alla Costituzione, per gravi violazioni di legge o per ragioni di sicurezza nazionale, l'amministrazione straordinaria della Regione è regolata dal decreto di cui all'art. 126, primo comma, della Costituzione, che determina anche i termini per l'indizione delle elezioni.
2. Nei casi di annullamento delle elezioni, la Giunta regionale indice le nuove elezioni entro tre mesi, provvede all'ordinaria amministrazione di propria competenza e agli atti improrogabili da sottoporre a ratifica del nuovo Consiglio.
3. Al di fuori delle ipotesi contemplate dai commi 1 e 2, nei casi di scioglimento anticipato e di scadenza della Legislatura:
a) le funzioni del Consiglio regionale sono prorogate, secondo le modalità disciplinate nel Regolamento, sino al completamento delle operazioni di proclamazione degli eletti nelle nuove elezioni limitatamente agli interventi che si rendono dovuti in base agli impegni derivanti dall'appartenenza all'Unione Europea, a disposizioni costituzionali o legislative statali o che, comunque, presentano il carattere della urgenza e necessità;
b) le funzioni del Presidente e della Giunta regionale sono prorogate sino alla proclamazione del nuovo Presidente della Regione limitatamente all'ordinaria amministrazione e agli atti indifferibili; in caso di impedimento permanente, morte e dimissioni volontarie del Presidente della Regione, le sue funzioni sono esercitate dal Vicepresidente.
4. Nei casi di cui al comma 3 le nuove elezioni sono indette entro tre mesi secondo le modalità definite dalla legge elettorale.".