Home  > Sedute del Consiglio  > Sedute precedenti  > 06/06/2017  > Deliberazioni adottate  > 93/6

 

 

CONSIGLIO REGIONALE DELL'ABRUZZO

 

X LEGISLATURA

 

vvvvvvv

 

SEDUTA  DEL 6.6.2017

 

Presidenza del Presidente: DI PANGRAZIO

 

Consigliere Segretario: MONACO

 

ASS.

 

ASS.

 

ASS.

BALDUCCI

FEBBO

PAOLINI

BERARDINETTI

GATTI

PAOLUCCI

BRACCO

GEROSOLIMO

PEPE

CHIODI

X

IAMPIERI

PETTINARI

D'ALESSANDRO

MARCOZZI

PIETRUCCI

D'ALFONSO

MARIANI

RANIERI

DI DALMAZIO

MAZZOCCA

SCLOCCO

X

D'IGNAZIO

MERCANTE

SMARGIASSI

DI MATTEO

MONACO

SOSPIRI

DI NICOLA

MONTICELLI

 

 

DI PANGRAZIO

OLIVIERI

 

 

 

VERBALE N. 93/6

 

OGGETTO:

Rendiconto finanziario 2016 del Consiglio regionale.

 

IL CONSIGLIO REGIONALE

Udita la relazione della 1a Commissione consiliare permanente svolta dal presidente Di Nicola che, allegata al presente atto, ne costituisce parte integrante;

Visto l'articolo 20 dello Statuto regionale;

Vista la deliberazione dell'Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale n. 48 del 04/05/2017;

Visto il decreto legislativo n. 76 del 28.3.2000 e, in particolare, l'articolo 30;

Richiamata la L.R. 29 dicembre 2014, n. 48 (Modifiche alla L.R. 9 maggio 2001, n. 18 (Consiglio regionale dell'Abruzzo, autonomia e organizzazione), in attuazione dei principi del D.Lgs. 23 giugno 2011, n. 118, disposizioni in materia di Fondo sociale regionale e Aziende per il Diritto agli Studi Universitari) che al fine di consentire la massima ampiezza all'esercizio della rappresentanza democratica e l'imparzialità all'azione del Consiglio regionale ne ha sancito l'autonomia contabile, organizzativa e funzionale;

Considerato che il D.Lgs. n. 118/2011 (Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della L. n. 42 del 5 maggio 2009) all'articolo 1 stabilisce che "a decorrere dal 1° gennaio 2015 cessano di avere efficacia le disposizioni legislative incompatibili con il presente decreto";

Considerato che in sede di approvazione del Rendiconto relativo all'anno 2016, sono applicabili le disposizioni contenute nel D.Lgs. 118/2011;

Vista la L.R. 27 gennaio 2017, n. 11 (Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2017- 2019);

Vista la L.R. 28 febbraio 2017, n. 13 (Integrazione alla L.R. 27 gennaio 2017, n. 11 (Bilancio di previsione finanziario 2017 - 2019)), art. 1 (Integrazione all'articolo 18 della L.R. 11/2017), con la quale è stato approvato il Bilancio di Previsione del Consiglio regionale - annualità 2017/ 2019 - di cui al Verbale consiliare 82/14 del 13.12.2016;

Richiamate:

-   la deliberazione consiliare n. 69/7 del 26.07.2016 (Bilancio di previsione 2016 - 2018 - I^ Variazione: Applicazione Avanzo di Amministrazione 2015 e Assestamento Generale dei Conti);

-   la deliberazione consiliare n. 82/15 del 13.12.2016 (Bilancio di previsione 2016 - 2018 - II^ Variazione: Maggiore accertamento entrate previste - Riduzione dei capitoli di spesa - Accantonamento importi per TFS e TFR personale dipendente);

Considerato che l'esercizio 2016 è il primo per il quale si applica la rendicontazione anche economico - patrimoniale oltre che finanziaria;

Visto il Rendiconto dell'esercizio finanziario 2016 relativo alla gestione finanziaria e patrimoniale del Consiglio regionale, la cui esposizione è evidenziata nei seguenti allegati:

-   "A" Rendiconto finanziario 2016 per Titoli, Categorie;

-   "B" conto del Bilancio 2016 - Riepilogo Generale delle Entrate e delle Spese;

-   "C" Stampa del riaccertamento dei residui di entrata e di spesa e reiscrizioni per capitolo;

-   "D" Conto del bilancio 2016 Quadro Generale Riassuntivo;

-   "E" Conto del bilancio 2016 Quadro riassuntivo del risultato di Amministrazione;

-   "F" Prospetto analitico - illustrativo dell'Avanzo di Amministrazione 2016;

-   "G" composizione del Fondo Pluriennale Vincolato;

-   "H" Prospetto delle Spese correnti e in conto capitale per Missioni - Programmi e riepilogo per Macroaggregati;

-   "I" Conto Economico e Stato Patrimoniale 2016;

-   "L" Nota integrativa al Rendiconto Esercizio 2016;

-   "M" Report Accantonamento Fondo TFS e TFR;

Dato atto che i rendiconti dei Gruppi consiliari relativi all'anno 2016 devono essere allegati al presente Rendiconto (All. "N");

Dato atto altresì che la spesa complessiva impegnata nell'esercizio 2016, al netto delle contabilità speciali, è pari ad € 24.351.031,39;

Considerato l'avanzo di amministrazione per l'anno 2016 pari ad € 4.966.070,40 che al netto delle economie vincolate per € 4.016.349,27 determina un avanzo disponibile di € 949.721,13;

Considerato che le economie vincolate, come riportate nello schema illustrativo della composizione dell'avanzo, sono le seguenti: € 2.007.056,82 per accantonamento di quota parte delle risorse necessarie alla copertura del debito per trattamento di fine servizio del personale in ruolo e non del Consiglio regionale dell'Abruzzo; € 474.917,59 per il rimborso di personale in comando presso l'Ente anno 2015 e pregressi; € 139.885,25 per il rimborso di personale in comando presso l'Ente anno 2016; € 129.016,63 relative all'esercizio di funzioni delegate dell'Autorità per le garanzie nelle comunicazioni CO.RE.COM; € 3.093,20 per rimborsi alle emittenti radiotelevisive locali per trasmissioni messaggi autogestiti nelle campagne elettorali L. 22.02.2000, n. 28; € 88.000,00 per iniziative legislative per il sostegno dell'editoria; € 9.610,62 per Fondo spese per gruppi consiliari disciolti; € 11.883,84 per sistema gestionale di sicurezza sul lavoro; € 458.371,78 per accantonamento annuale dell'indennità di fine mandato dei Consiglieri regionali da corrispondere a fine legislatura; € 280.000,00 per accantonamento a Fondo contenziosi; € 114.500,00 a copertura del minore trasferimento fondi per il funzionamento del Consiglio regionale anno 2017; € 300.013,64 per investimenti per l'acquisto di arredi per la funzionalizzazione degli spazi del complesso dell'Emiciclo al termine dei lavori di ristrutturazione post-sisma;

Dato atto che l'accantonamento per la copertura del debito per TFS e TFR dei dipendenti, tenuto conto anche delle somme ricomprese nell'avanzo di amministrazione degli anni precedenti, è pari ad € 2.591.975,92 e rappresenta circa il 52% del debito complessivo; ciò impone ulteriori accantonamenti di economie al fine di dare completa copertura senza la necessità di incrementare il fabbisogno iniziale determinato nel bilancio di previsione;

Dato atto che con L.R. 27 gennaio 2017, n. 11 (Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2017-2019) è stato approvato un trasferimento di risorse per l'esercizio 2017 da parte della Giunta regionale pari ad € 24.600.000,00, a fronte di un fabbisogno finanziario del Consiglio regionale, determinato con il bilancio di previsione 2017 - 2019, di € 24.714.500,00 per l'anno 2017. La differenza di € 114.500,00 viene pertanto integralmente coperta con l'utilizzo di quota parte dell'avanzo di amministrazione vincolato a tale fine per detto importo;

Considerato che, ai sensi delle nuove disposizioni contenute nel D.Lgs. 118/2011, art. 42, c. 6, "La quota libera dell'avanzo di amministrazione dell'esercizio precedente, accertato ai sensi del comma 1, può essere utilizzata, nel rispetto dei vincoli di destinazione, con provvedimento di variazione di bilancio, per le finalità di seguito indicate in ordine di priorità: a) per la copertura dei debiti fuori bilancio; b) per i provvedimenti necessari per la salvaguardia degli equilibri di bilancio previsti dalla legislazione vigente, dove non possa provvedersi con mezzi ordinari; c) per il finanziamento di spese di investimento; d) per il finanziamento delle spese correnti a carattere non permanente, e per l'estinzione anticipata di prestiti";

Ritenuto, pertanto, di dover provvedere alla destinazione, da attuarsi mediante successivi provvedimenti amministrativi o di legge, del complessivo avanzo di amministrazione non vincolato pari ad € 949.721,13 nel seguente modo:

-   € 349.721,13 per la copertura del debito per TFS e TFR dei dipendenti;

-   € 300.000,00 per iniziativa legislativa per interventi a favore delle categorie sociali più deboli;

-   € 300.000,00 per interventi a sostegno di attività economiche nel cratere;

Visto il parere del Collegio dei Revisori dei Conti rilasciato in data 29 maggio 2017, allegato al presente provvedimento;

Vista la proposta prot. n. 8205 del 27.03.2017 con la quale il Direttore della Direzione Attività Amministrativa ed il Dirigente del Servizio Risorse Finanziarie e Strumentali hanno espresso parere favorevole in merito alla regolarità tecnica ed amministrativa della presente deliberazione ed alla sua conformità alla legislazione vigente;

Uditi gli interventi dei consiglieri Febbo, D'Ignazio, Sospiri, Di Matteo, Monticelli, Marcozzi, Di Nicola, Pettinari, del presidente Di Pangrazio e del presidente D'Alfonso;

Dato atto che è stato ritirato un emendamento a firma del presidente Di Nicola;

A maggioranza statutaria espressa mediante voto palese

D E L I B E R A

per tutto quanto riportato in premessa che qui si intende integralmente trascritta:

1) di approvare il rendiconto finanziario del Consiglio regionale per l'esercizio finanziario 2016 e relativi allegati:

-    "A" Rendiconto finanziario 2016 per Titoli, Categorie;

-   "B" conto del Bilancio 2016 - Riepilogo Generale delle Entrate e delle Spese;

-   "C" Stampa del riaccertamento dei residui di entrata e di spesa e reiscrizioni per capitolo;

-   "D" Conto del bilancio 2016 Quadro Generale Riassuntivo;

-   "E" Conto del bilancio 2016 Quadro riassuntivo del risultato di Amministrazione;

-   "F" Prospetto analitico - illustrativo dell'Avanzo di Amministrazione 2016;

-   "G" composizione del Fondo Pluriennale Vincolato;

-   "H" Prospetto delle Spese correnti e in conto capitale per Missioni - Programmi e riepilogo per Macroaggregati;

-   "I" Conto Economico e Stato Patrimoniale 2016;

-   "L" Nota integrativa al Rendiconto Esercizio 2016;

-   "M" Report Accantonamento Fondo TFS e TFR";

2) di allegare i rendiconti dei Gruppi consiliari relativi all'anno 2016 al presente rendiconto (All. "N");

3) di destinare l'avanzo di amministrazione 2016, non vincolato, di € 949.721,13, da attuarsi mediante successivi provvedimenti amministrativi o di legge, nel seguente modo:

-   € 349.721,13 per la copertura del debito per TFS e TFR dei dipendenti;

-   € 300.000,00 per iniziativa legislativa per interventi a favore delle categorie sociali più deboli;

-   € 300.000,00 per interventi a sostegno di attività economiche nel cratere;

4) di demandare all'Ufficio di Presidenza le occorrenti variazioni di bilancio per l'applicazione dell'avanzo di amministrazione, nei termini di cui al punto 3), al bilancio di previsione 2017/2019.

ALLEGATI

 

 

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO

IL PRESIDENTE

 

 

VT/cmz

 
 
logo Consiglio Regionale dell'Abruzzo
Consiglio regionale dell'Abruzzo Via Michele Iacobucci  n.4
67100 L'Aquila. Tel. 0862/6441