Home  > Sedute del Consiglio  > Sedute precedenti  > 09/12/2014  > Deliberazioni adottate  > 14/6

 

 

CONSIGLIO REGIONALE DELL'ABRUZZO

 

X LEGISLATURA

 

vvvvvvv

 

SEDUTA  DEL 9.12.2014

 

Presidenza del Presidente: DI PANGRAZIO

 

Consigliere Segretario: MONACO

 

ASS.

 

ASS.

 

ASS.

BALDUCCI

FEBBO

PAOLINI

BERARDINETTI

GATTI

X

PAOLUCCI

BRACCO

GEROSOLIMO

PEPE

CHIODI

X

IAMPIERI

PETTINARI

D'ALESSANDRO

MARCOZZI

PIETRUCCI

D'ALFONSO

MARIANI

RANIERI

DI DALMAZIO

MAZZOCCA

X

SCLOCCO

D'IGNAZIO

MERCANTE

SMARGIASSI

DI MATTEO

X

MONACO

SOSPIRI

DI NICOLA

MONTICELLI

 

 

DI PANGRAZIO

OLIVIERI

 

 

 

VERBALE N. 14/6

 

OGGETTO:

L. R. 25 marzo 2002, n. 3 "Ordinamento contabile della Regione Abruzzo", art. 5. Documento di Programmazione Economico-Finanziaria Regionale 2015-2017.

 

IL CONSIGLIO REGIONALE

Udita la relazione della 1a Commissione permanente svolta dal Presidente Di Nicola che, allegata al presente atto, ne costituisce parte integrante;

VISTA la proposta di deliberazione di Giunta regionale n. 673/C del 21 ottobre 2014 avente ad oggetto: L.R. 25 marzo 2002, n. 3 "Ordinamento contabile della Regione Abruzzo", art. 5. Documento di Programmazione Economico-Finanziaria Regionale 2015-2017;

PRESO ATTO che, sulla base dell'istruttoria risultante dal contenuto della predetta deliberazione, la Giunta regionale ha:

-   visto il Decreto Legislativo 28 marzo 2000, n. 76, recante "Principi fondamentali e norme di comportamento in materia di bilancio e contabilità delle regioni, in attuazione dell'art. 1, comma 4, della L. 25 giugno 1999, n. 208";

-   visto la L.R. 25 marzo 2002, n. 3 recante "Ordinamento contabile della Regione Abruzzo";

-   visto, in particolare, l'art. 5 della citata L.R. 3/2002, che prevede che la Regione deve dotarsi di un Documento di Programmazione Economico Finanziaria Regionale (DPEFR), quale documento di programmazione cui vanno riferite le previsioni del bilancio annuale e pluriennale;

-   visto il comma 2 dello stesso art. 5 della citata L.R. 3/2002, che dispone che il Documento di Programmazione Economico Finanziaria venga presentato al Consiglio, e da quest'ultimo deliberato ai fini della predisposizione del bilancio annuale e pluriennale e della legge finanziaria regionale;

-   visto la L.R. 11.12.2007, n. 41 (Istituzione e disciplina del Consiglio delle Autonomie Locali) e ss.mm. e ii. - art. 10 - lett. b) in cui si dispone che il CAL esprime parere obbligatorio sul Documento di Programmazione Economico Finanziaria Regionale;

-   dato atto che, ai sensi del citato art. 5 della L.R. 3/2002, il DPEFR costituisce il quadro di riferimento per la predisposizione dei bilanci e la definizione degli interventi nella Regione nel periodo compreso nel bilancio pluriennale, sulla base di valutazioni sullo stato e sulle tendenze della situazione economica e sociale regionale;

-   richiamato la DGR n. 586 del 23.9.2014 avente ad oggetto: (L.R. 25 marzo 2002, n. 3 "Ordinamento contabile della Regione Abruzzo), art. 5. Schema di Documento di Programmazione Economico-Finanziaria regionale 2015-2017: presa d'atto ed avvio della procedura partenariale", nella quale si è dato atto che:

-   con determinazione direttoriale n. DA/260 del 20.8.2014 è stato costituito un gruppo di lavoro intersettoriale per la redazione del DPEFR 2015-2017;

-   con DGR n. 550 del 2.9.2014 la Giunta regionale ha fatto propria la determinazione sopra citata, integrando il gruppo di lavoro che, pertanto, risulta così definito:

1. Dr. Tobia Monaco, dirigente del Servizio Programmazione Sanitaria della Direzione Politiche della Salute, quale coordinatore e firmatario, in qualità di estensore finale del Documento;

2. Dr. Luigi Fusco, funzionario in servizio presso la Direzione Politiche Attive, Servizio "Gestione Politiche attive del Lavoro e formative", titolare dell'Ufficio "Monitoraggio e controllo amministrativo degli interventi";

3. Dr.ssa Barbara Becchi, dipendente a tempo determinato presso la Segreteria del Presidente della Giunta regionale;

4. Dr. Tommaso Di Rino, dirigente amministrativo della Provincia di Pescara;

-   che nella stessa DGR n. 586/2014, sopra richiamata, è stato disposto:

-   di prendere atto e far proprio lo schema di Documento di Programmazione Economico-Finanziaria Regionale 2015-2017, così come istruito dal Gruppo di Lavoro di cui sopra;

-   di dare atto che la DGR in questione costituisce l'avvio per l'attivazione della procedura partenariale con le rappresentanze della società abruzzese e delle rappresentanze locali;

-   di trasmettere la DGR al Segretariato della Presidenza per l'attivazione dell'acquisizione del parere del Consiglio delle Autonomie Locali di cui all'art. 10, lett. b) della L.R. n. 41/2007 e ss.mm. e ii., per l'avvio della procedura partenariale e per l'informativa alle Direzioni regionali e alle Strutture Speciali di Supporto;

dato atto che:

-   il Segretariato Generale della Presidenza, con nota n. RA/255447 del 30.9.2014, ha trasmesso la bozza del Documento, predisposto dal gruppo di lavoro intersettoriale, ex determinazione direttoriale n. DA/260 del 20.8.2014 e successiva DGR n. 550 del 2.9.2014 (mail dell'1.10.2014), per opportuna condivisione e per la formulazione di eventuali osservazioni e contributi, a tutto il partenariato istituzionale ed economico-sociale, nonché alle Direzioni regionali ed alle S.S.S. per la relativa informazione;

-   il documento ha avuto una pubblicizzazione, sia con la presentazione al partenariato istituzionale ed al partenariato socio-economico, da parte del Componente la Giunta preposto alla Programmazione, in una prima seduta tenutasi in data 6 ottobre 2014 (convocazione del Segretariato Generale della Presidenza - SQ - Prot. n. RA/255447 del 30.9.2014) e con seduta successiva del 13.10.2014, (come da convocazione dell'8.10.2014 - Prot. n. RA/26375 - trasmessa, via mail), sia perché pubblicata sul sito ufficiale della Regione Abruzzo "Primo Piano";

-   il Consiglio delle Autonomie Locali, nella seduta del 15 ottobre 2014, ha espresso parere favorevole, con deliberazione n. 06/2014 (parte integrante e sostanziale del presente atto - Allegato "B"), ai sensi e per gli effetti dell'art. 10, lettera b), della L.R. 41/2007 e ss. mm. e ii., con la prescrizione che "si tengano in opportuna considerazione e abbiano positivo sviluppo le osservazioni delineate nell'allegata relazione che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione";

vista la proposta di DPEFR 2015-2017, opportunamente aggiornata ed istruita, sulla base delle indicazioni emerse durante il percorso partenariale ed a firma del Dr. Tobia Monaco, quale coordinatore e firmatario, in qualità di estensore finale del Documento, allegata al presente atto (Allegato "A"), di cui costituisce parte integrante e sostanziale, che si compone delle parti seguenti:

-   Il contesto economico regionale;

-   Area tematica 1: una regione moderna e organizzata;

-   Area tematica 2: la crescita intelligente;

-   Area tematica 3: la crescita sostenibile;

-   Area tematica 4: la crescita inclusiva;

-   La finanza regionale;

condivisi i contenuti del documento, ed in particolare:

-   l'impostazione metodologica;

-   l'analisi della situazione economica abruzzese;

-   le linee programmatiche della politica regionale per il periodo 2015-2017 e le priorità di azione definite nel documento;

-   le indicazioni per l'utilizzo delle risorse del bilancio prevedibili per il periodo 2015-2017;

ritenuto, per quanto sopra, di fare propri i contenuti del documento quale strumento guida dell'azione dell'intera struttura regionale e di accompagnamento del bilancio annuale e pluriennale 2015-2017 ai sensi dell'art. 5 della citata L.R. 3/2002;

ravvisata la rispondenza del documento ai requisiti previsti per lo schema di DPEFR dall'art. 5 della L.R. 3/2002;

dato atto che il Direttore della Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Ambiente, Energia ha attestato la legittimità e la regolarità tecnico - amministrativa del provvedimento proposto dalla Giunta regionale;

RITENUTO, pertanto, di poter approvare i contenuti dell'allegato DPEFR 2015-2017 quale documento guida dell'azione regionale e di accompagnamento del Bilancio annuale e pluriennale 2015-2017 ai sensi dell'art. 5 della citata L.R. 3/2002 proposto dalla Giunta regionale con deliberazione n. 673/C del 21 ottobre 2014, così come emendato dalla Prima Commissione Consiliare nella seduta del 26.11.2014;

Uditi gli interventi dei Consiglieri Sospiri, D'Alessandro, Febbo, Pettinari, Di Nicola, dell'Assessore Paolucci e del presidente D'Alfonso;

Viste le proposte di emendamento sottoposte all'esame dell'Assemblea con l'esito di seguito riportato:

-   emendamento n. 28 a firma del Consigliere Mariani che, messo ai voti, è approvato;

-   emendamento n. 24 a firma del Consigliere Sospiri che, messo ai voti, è approvato;

-   emendamento n. 29 a firma del Consigliere Ranieri che, messo ai voti, è approvato;

-   emendamenti nn. 13, 14, 15 e 17 a firma del Consigliere Febbo che, messi ai voti, sono approvati;

-   emendamenti nn. 1 e 2 a firma dei Consiglieri Berardinetti, Di Pangrazio, Pepe e Ranieri che, messi ai voti, sono approvati;

-   emendamento n. 27 a firma del Consigliere Paolini che, messo ai voti, è approvato;

-   emendamento n. 3 a firma dei Consiglieri Berardinetti, Di Matteo e Ranieri che, messo ai voti, è approvato;

-   emendamenti n. 4 e 6 a firma del Consigliere Berardinetti che, messi ai voti, sono approvati;

-   emendamenti nn. 18 e 19 a firma dei Consiglieri Febbo e Di Pangrazio che, messi ai voti, sono approvati;

-   emendamento n. 25 a firma dei Consiglieri Pettinari e Mariani che, messo ai voti, è approvato;

-   emendamento n. 5 a firma dei Consiglieri Berardinetti e Mazzocca che, messo ai voti, è approvato;

Udito l'intervento, per dichiarazione di voto del Consigliere Febbo (contrario);

a maggioranza statutaria espressa con voto palese

DELIBERA

per tutto quanto riportato in premessa che qui si intende integralmente trascritto, quanto segue:

1. di approvare i contenuti dell'allegato Documento di Programmazione Economico Finanziaria 2015-2017 (Allegato "A"), così come modificato e proposto dalla Prima Commissione Consiliare, quale documento guida dell'azione regionale e di accompagnamento del bilancio annuale e pluriennale 2015-2017, ai sensi dell'art. 5 della citata L.R. 3/2002;

2. di dare atto che il Consiglio delle Autonomie Locali, nella seduta del 15 ottobre 2014, ha reso il proprio parere, con deliberazione n. 06/2014 (parte integrante e sostanziale del presente atto - Allegato "B"), ai sensi e per gli effetti dell'art. 10, lettera b), della L.R. 41/2007 e ss. mm. e ii., con la prescrizione che "si tengano in opportuna considerazione e abbiano positivo sviluppo le osservazioni delineate nell'allegata relazione che forma parte integrante e sostanziale della presente deliberazione";

3. di trasmettere il presente provvedimento al Presidente della Giunta regionale per i successivi adempimenti di rito a cura della Direzione Affari della Presidenza, Politiche Legislative e Comunitarie, Programmazione, Parchi, Territorio, Ambiente, Energia;

4. di dare atto che la presente deliberazione non comporta oneri di spesa a carico del bilancio regionale.

ALLEGATI

 

IL CONSIGLIERE SEGRETARIO

IL PRESIDENTE

 

 

VT/cm

 
 
logo Consiglio Regionale dell'Abruzzo
Consiglio regionale dell'Abruzzo Via Michele Iacobucci  n.4
67100 L'Aquila. Tel. 0862/6441