Intera legge

L.R. 8 agosto 2012, n. 40

Promozione e sviluppo del sistema produttivo regionale.

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 122/1 del 24 luglio 2012, pubblicata nel BURA 17 agosto 2012, n. 44 ed entrata in vigore il 18 agosto 2012)

 

Testo abrogato
(dal 14/08/2018)

 
   

 
Capo IV
SOSTEGNO DEI PROCESSI DI INTERNAZIONALIZZAZIONE DELLE PMI DELL'ABRUZZO

_________________

Note al capo IV:

     Gli articoli 16, 17, 18 e 19 di cui al presente capo sono stati abrogati dall'art. 147, comma 1, lett. aa), L.R. 31 luglio 2018, n. 23 (vedi, anche, il comma 2 del medesimo articolo).

_____________________________________

 
Art. 16
L'internazionalizzazione del sistema regionale

[1. La Regione Abruzzo promuove le iniziative, le azioni e gli interventi di internazionalizzazione delle imprese regionali, anche attraverso la predisposizione di intese, protocolli e accordi tra i diversi operatori regionali, sia istituzionali che associativi, al fine di coordinare e razionalizzare i processi di penetrazione di mercati esteri.

2. Entro 30 giorni dall'entrata in vigore della presente legge, l'Assessorato competente per materia provvede alla costituzione di un tavolo per l'internazionalizzazione composto dalle rappresentanze di Regione Abruzzo, Centro estero delle camere di commercio d'Abruzzo, ed associazioni datoriali piu' rappresentative, con il compito di monitorare le azioni per lo sviluppo dell'internazionalizzazione d'impresa, analizzare i fabbisogni e le esigenze delle imprese per la competitivita' delle stesse sui mercati internazionali, verificare i risultati conseguiti nell'ambito dei programmi di intervento e coordinare azioni strategiche, fiere e missioni per lo sviluppo dell'export.]

_________________

Note all'art. 16:

     Articolo abrogato dall'art. 147, comma 1, lett. aa), L.R. 31 luglio 2018, n. 23 (vedi, anche, il comma 2 del medesimo articolo).

_____________________________________

 
Art. 17
Le iniziative agevolabili

[1. La Regione Abruzzo favorisce la partecipazione delle PMI rappresentative dei principali comparti e settori regionali a iniziative di internazionalizzazione che prevedano attivita' promozionali, fieristiche, di cooperazione commerciale e industriale, di sostegno alla qualita' dell'export regionale, di penetrazione commerciale e ampliamento e rafforzamento dei mercati esteri, con particolare riferimento all'area del Mediterraneo, ai Paesi Balcanici e BRIC. 

2. La Giunta regionale, entro novanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, definisce gli indirizzi operativi per la gestione dell'intervento, affidando, con le modalita' stabilite da apposita convenzione, ad Abruzzo Sviluppo SpA le funzioni relative alla gestione dell'intervento di cui al presente Capo.]

_________________

Note all'art. 17:

     Articolo abrogato dall'art. 147, comma 1, lett. aa), L.R. 31 luglio 2018, n. 23 (vedi, anche, il comma 2 del medesimo articolo).

_____________________________________

 
Art. 18
Normativa europea di riferimento

[1. Costituiscono normative di riferimento degli interventi previsti dalla presente legge: 

a) il Regolamento (CE) n. 800/2008 della Commissione del 6 agosto 2008, che dichiara alcune categorie di aiuti compatibili con il mercato comune in applicazione degli articoli 87 e 88 del Trattato (regolamento generale di esenzione per categoria); 

b) il Regolamento (CE) n. 1998/2006 della Commissione del 15 dicembre 2006, relativo all'applicazione degli articoli 87 e 88 del Trattato agli aiuti d'importanza minore ("de minimis"); 

c) la Comunicazione della Commissione europea "Disciplina comunitaria in materia di aiuti di stato a favore di ricerca, sviluppo e innovazione (2006/C323/01)"; 

d) la Carta degli aiuti a finalita' regionale approvata dalla Commissione europea per il periodo 2007-2013.]

_________________

Note all'art. 18:

     Articolo abrogato dall'art. 147, comma 1, lett. aa), L.R. 31 luglio 2018, n. 23 (vedi, anche, il comma 2 del medesimo articolo).

_____________________________________

 
Art. 19
Osservatorio regionale per l'internazionalizzazione

[1. La Regione Abruzzo, al fine di favorire la conoscenza dei mercati internazionali, con la presente legge istituisce l'Osservatorio regionale per l'internazionalizzazione. 

2. L'Osservatorio ha il compito di facilitare la conoscenza riguardante le dinamiche del commercio con l'estero, l'andamento dei mercati internazionali, il posizionamento competitivo, rispetto ai principali mercati di riferimento, delle filiere produttive e delle specializzazioni merceologiche che costituiscono l'articolazione dell'economia regionale. 

3. L'Osservatorio e' l'organismo di raccordo con tutti gli attori locali e extraregionali attivi nel settore dell'internazionalizzazione, favorendo l'integrazione delle attivita' e la coerenza degli interventi. 

4. L'Osservatorio produce un Rapporto annuale con indicazioni congiunturali e approfondimenti strutturali, per consentire tempestive verifiche delle strategie pubbliche di promozione, e produce periodicamente rapporti sintetici utilizzando gli aggiornamenti delle statistiche ufficiali e degli indicatori sul commercio con l'estero. 

5. Entro novanta giorni dall'entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale definisce il disciplinare relativo alle modalita' di nomina dei componenti e di funzionamento dell'Osservatorio regionale per l'internazionalizzazione. 

6. La partecipazione dei componenti all'Osservatorio avviene a titolo completamente gratuito senza alcuna forma di compenso, rimborso o indennita'.]

_________________

Note all'art. 19:

     Articolo abrogato dall'art. 147, comma 1, lett. aa), L.R. 31 luglio 2018, n. 23 (vedi, anche, il comma 2 del medesimo articolo).

_____________________________________