Intera legge

L.R. 2 aprile 2013, n. 9

Norme per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta regionale.

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 143/4 del 26 marzo 2013, pubblicata nel BURA 10 aprile 2013, n. 14 ed entrata in vigore il 25 aprile 2013)

 

Testo vigente
(in vigore dal 04/08/2018)

 
   

TITOLO I 
(Principi generali)

 
Art. 3
(Elezione e candidatura del Presidente della Giunta regionale)

1. Il Presidente della Giunta regionale Ŕ eletto a suffragio universale e diretto contestualmente al Consiglio regionale. 

2. E' proclamato eletto Presidente della Giunta regionale il candidato alla carica che ha ottenuto, nel complesso delle circoscrizioni, il maggior numero di voti validi. 

3. Non pu˛ essere candidato Presidente della Giunta chi ha giÓ ricoperto tale carica per due mandati consecutivi. 

4. Le candidature a Presidente della Giunta regionale sono presentate, nei termini e con le modalitÓ di cui all'articolo 12, all'Ufficio centrale regionale per la verifica dell'ammissibilitÓ e delle condizioni di candidabilitÓ ed eleggibilitÓ.

5. La presentazione della candidatura a Presidente della Giunta regionale Ŕ accompagnata a pena di esclusione dalla dichiarazione di collegamento con le singole liste circoscrizionali che fanno parte di un gruppo di liste o di una coalizione di liste. 

6. La presentazione della candidatura a Presidente della Giunta regionale e la dichiarazione di collegamento sono autenticate ai sensi dell'articolo 12, comma 8, lettera b).

7. La candidatura a Presidente della Giunta regionale Ŕ efficace solo se Ŕ accompagnata dalla dichiarazione di accettazione di ciascun candidato, autenticata ai sensi dell'articolo 12, comma 8, lettera b) e dalla documentazione di cui all'articolo 12, comma 8, lettera d); inoltre ha efficacia solo se convergente con le dichiarazioni di collegamento di cui all'articolo 12, comma 8, lettera f), trasmesse dagli Uffici centrali circoscrizionali. Unitamente alla dichiarazione di accettazione della candidatura, il candidato a Presidente della Giunta regionale rende una dichiarazione sostitutiva, ai sensi dell'articolo 46 del testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di documentazione amministrativa, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445, e successive modificazioni, attestante l'insussistenza delle cause di incandidabilitÓ di cui all'articolo 7, comma 1, del D.Lgs. 31 dicembre 2012, n. 235 (Testo unico delle disposizioni in materia di incandidabilitÓ e di divieto di ricoprire cariche elettive e di Governo conseguenti a sentenze definitive di condanna per delitti non colposi, a norma dell'articolo 1, comma 63, della legge 6 novembre 2012, n. 190).

8. La candidatura a Presidente della Giunta regionale Ŕ sottoscritta da un numero di elettori pari a quello stabilito dall'articolo 12, comma 2, ridotto alla metÓ, e secondo le modalitÓ previste dai commi 2, 3 e 4 dell'articolo 12.

9. Ai candidati alla carica di Presidente della Giunta regionale si applicano, in quanto compatibili, le disposizioni di cui all'articolo 13, intendendosi sostituito l'Ufficio centrale regionale all'Ufficio centrale circoscrizionale.

_________________

Note all'art. 3:

     Al fine di chiarire il significato delle disposizioni di cui al presente articolo, l'art. 1, comma 1, lett. a), L.R. 17 marzo 2014, n. 13 ha disposto che il comma 8, nella parte in cui prevede che "la candidatura a Presidente della Giunta regionale Ŕ sottoscritta da un numero di elettori pari a quello stabilito dall'articolo 12, comma 2, ridotto alla metÓ", Ŕ autenticamente interpretato nel senso che la candidatura alla carica di Presidente della Giunta regionale deve essere sottoscritta da non meno di settecentocinquanta e da non pi¨ di mille elettori iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Regione.

_____________________________________