Intera legge

L.R. 4 gennaio 2014, n. 3

Legge organica in materia di tutela e valorizzazione delle foreste, dei pascoli e del patrimonio arboreo della regione Abruzzo.

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 169/7 del 12 dicembre 2013, pubblicata nel BURA 10 gennaio 2014, n. 3 Speciale ed entrata in vigore l'11 gennaio 2014)

_________________

Note generali:

     L'art. 3 della L.R. 20 ottobre 2015, n. 32 dispone il trasferimento alla Regione delle funzioni amministrative di cui alla presente legge, attribuite, conferite o comunque esercitate dalle province prima dell'entrata in vigore della medesima legge. La L.R. 32/2015, inoltre, all'art. 8 definisce l'effettiva decorrenza del trasferimento delle funzioni alla Regione e all'art. 11 reca disposizioni transitorie.

_____________________________________

 

Testo vigente
(in vigore dal 09/03/2017)

 
   

TITOLO I
DISPOSIZIONI GENERALI

 
Art. 4
(Consulta forestale)

1. La Regione persegue i fini di cui all'articolo 2 anche attraverso la collaborazione con enti, istituzioni ed organizzazioni a vario titolo interessati alla materia; a tale scopo e' istituita la Consulta forestale.

2. La Consulta forestale:

a) esprime pareri non vincolanti sugli atti d'indirizzo e coordinamento nel settore forestale e dei pascoli della Giunta e del Consiglio regionali prima che vengano approvati;

b) formula osservazioni e proposte, sia in sede di redazione sia in sede di revisione, sul Piano forestale regionale e sul Piano di previsione, prevenzione e lotta attiva contro gli incendi boschivi;

c) propone iniziative per promuovere la conoscenza, la valorizzazione, la gestione e la tutela del bosco, della flora spontanea nemorale e dei pascoli;

d) propone iniziative per la valorizzazione delle filiere bosco-legno e legno-energia.

3. La Consulta forestale e' presieduta dal Componente la Giunta regionale preposto al settore forestale o da suo delegato ed e' composta da:

a) il Dirigente del Servizio competente in materia forestale;

b) il Comandante regionale del Corpo forestale dello Stato o suo delegato;

c) un rappresentante congiuntamente designato dagli enti gestori delle aree naturali protette presenti sul territorio regionale;

d) un rappresentante della proprieta' forestale privata con ampia rappresentativita' associativa nazionale;

e) un rappresentante dell'Associazione Nazionale Comuni d'Abruzzo (ANCI);

f) il Segretario dell'Autorita' dei bacini di rilievo regionale dell'Abruzzo e del Bacino interregionale del Fiume Sangro;

g) un rappresentante della Federazione dei Dottori agronomi e dei Dottori forestali dell'Abruzzo;

h) un rappresentante designato dai Collegi dei Periti agrari;

h-bis) un rappresentante designato dalla Federazione regionale degli Agrotecnici e degli Agrotecnici laureati dell'Abruzzo;

i) un rappresentante congiuntamente designato dalle Organizzazioni professionali agricole piu' rappresentative a livello nazionale;

j) un rappresentante congiuntamente designato dalle Associazioni ambientaliste presenti sul territorio regionale;

k) un funzionario di categoria apicale del Servizio competente in materia con funzioni di segretario.

4. La Giunta regionale con proprio atto provvede a disciplinare le procedure e le modalita' organizzative per le designazioni di cui al comma 3 lettere c), h), i) e j).

5. Su indicazione del Presidente, il Segretario della Consulta convoca i membri della stessa con preavviso minimo di sette giorni e indicazione dell'ordine del giorno.

6. I componenti la Consulta forestale sono nominati su proposta della Direzione regionale competente in materia di politiche forestali con decreto del Presidente della Giunta regionale e decadono con la fine della legislatura; la partecipazione ai lavori della Consulta e' svolta a titolo gratuito e non comporta oneri per il bilancio regionale.

_________________

Note all'art. 4:

     Al comma 3, la lett. d) e' stata cosi' sostituita dall'art. 2, comma 1, L.R. 26 gennaio 2017, n. 5, la lettera h) e' stata cosi' sostituita dall'art. 1, comma 1, L.R. 7 marzo 2017, n. 14, la lettera h-bis) e' stata inserita dall'art. 1, comma 2, L.R. 7 marzo 2017, n. 14. Vedi il testo originale.

_____________________________________