Intera legge

L.R. 17 marzo 2014, n. 13

Interpretazione autentica degli articoli 3 e 12 della legge regionale 2 aprile 2013, n. 9 (Norme per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta regionale).

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 178/12 del 25 febbraio 2014, pubblicata nel BURA 26 marzo 2014, n. 12 ed entrata in vigore il 27 marzo 2014)

 

Testo vigente
(in vigore dal 27/03/2014)

 
   

 
Indice

Art. 1 - (Interpretazione autentica degli articoli 3 e 12 della L.R. 9/2013)

Art. 2 - (Entrata in vigore)

 

Art. 1
(Interpretazione autentica degli articoli 3 e 12 della L.R. 9/2013)

1. La presente legge si rende necessaria e urgente per chiarire il significato delle disposizioni di cui agli articoli 3 e 12 della legge regionale 2 aprile 2013, n. 9 (Norme per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta regionale), che sono così interpretate:

a) il comma 8, dell'articolo 3 della L.R. 9/2013, nella parte in cui prevede che "la candidatura a Presidente della Giunta regionale è sottoscritta da un numero di elettori pari a quello stabilito dall'articolo 12, comma 2, ridotto alla metà", è interpretato nel senso che la candidatura alla carica di Presidente della Giunta regionale deve essere sottoscritta da non meno di settecentocinquanta e da non più di mille elettori iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Regione;

b) al comma 7, dell'articolo 12 della L.R. 9/2013, il rinvio al comma 5 va correttamente interpretato come rinvio al medesimo comma 7 e, pertanto, le parole "di cui al comma 5" sono sostituite dalle seguenti: "di cui al presente comma".

Art. 2
(Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.