Intera legge

L.R. 17 marzo 2014, n. 13

Interpretazione autentica degli articoli 3 e 12 della legge regionale 2 aprile 2013, n. 9 (Norme per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta regionale).

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 178/12 del 25 febbraio 2014, pubblicata nel BURA 26 marzo 2014, n. 12 ed entrata in vigore il 27 marzo 2014)

 

Testo vigente
(in vigore dal 27/03/2014)

 
   

 
Indice

Art. 1 - (Interpretazione autentica degli articoli 3 e 12 della L.R. 9/2013)

Art. 2 - (Entrata in vigore)

 

Art. 1
(Interpretazione autentica degli articoli 3 e 12 della L.R. 9/2013)

1. La presente legge si rende necessaria e urgente per chiarire il significato delle disposizioni di cui agli articoli 3 e 12 della legge regionale 2 aprile 2013, n. 9 (Norme per l'elezione del Consiglio regionale e del Presidente della Giunta regionale), che sono cosi' interpretate:

a) il comma 8, dell'articolo 3 della L.R. 9/2013, nella parte in cui prevede che "la candidatura a Presidente della Giunta regionale e' sottoscritta da un numero di elettori pari a quello stabilito dall'articolo 12, comma 2, ridotto alla meta'", e' interpretato nel senso che la candidatura alla carica di Presidente della Giunta regionale deve essere sottoscritta da non meno di settecentocinquanta e da non piu' di mille elettori iscritti nelle liste elettorali dei comuni della Regione;

b) al comma 7, dell'articolo 12 della L.R. 9/2013, il rinvio al comma 5 va correttamente interpretato come rinvio al medesimo comma 7 e, pertanto, le parole "di cui al comma 5" sono sostituite dalle seguenti: "di cui al presente comma".

Art. 2
(Entrata in vigore)

1. La presente legge entra in vigore il giorno successivo a quello della sua pubblicazione nel Bollettino Ufficiale della Regione Abruzzo.