Intera legge

L.R. 26 agosto 2014, n. 35

Modifiche alla L.R. 77/1999 "Norme in materia di organizzazione e rapporti di lavoro della Regione Abruzzo", alla L.R. 9/2000 "Istituzione dell'Avvocatura regionale", alla L.R. 18/2001 "Consiglio regionale dell'Abruzzo, autonomia e organizzazione", alla L.R. 4/2009 "Principi generali in materia di riordino degli Enti regionali", parziale abrogazione della L.R. 17/2001 "Disposizioni per l'organizzazione ed il funzionamento delle strutture amministrative di supporto agli organi elettivi della Giunta regionale" e ulteriori disposizioni urgenti.

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 4/7 del 14 agosto 2014, pubblicata nel BURA 27 agosto 2014, n. 93 Speciale ed entrata in vigore il 28 agosto 2014)

 

Testo vigente
(in vigore dal 31/12/2014)

 
   

Titolo II
Ulteriori disposizioni urgenti

 
Art. 31
(Disposizioni urgenti: modifiche alle leggi regionali 7/2014, 8/2014 e 17/2014; interventi per il complesso immobiliare "Ex Cofa" e per la Convenzione con il Corpo forestale dello Stato)

1. La "Tabella degli stanziamenti continuativi e dei limiti d'impegno", di cui all'"Allegato 2" dell'art. 2 della L.R. 13 gennaio 2014, n. 7, recante "Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2014 e pluriennale 2014 - 2016 della Regione Abruzzo (Legge Finanziaria Regionale 2014)", e' sostituita dalla "Tabella degli stanziamenti continuativi e dei limiti d'impegno" di cui all'"Allegato 2" della presente legge."

2. Al fine di consentire l'erogazione di indennita' pregresse al personale di cui alla L.R. 9 maggio 2001, n. 17 rimaste non corrisposte, la Giunta regionale e' autorizzata, se dovuta, a disporre la relativa erogazione mediante utilizzo dello stanziamento del capitolo di spesa 02.01.005 - 11215, denominato "Spesa per il funzionamento delle strutture amministrative di supporto agli organi elettivi della Giunta regionale", iscritto sul bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario, nei limiti dell'importo massimo di Euro 185.000,00.

3. La Giunta regionale e' autorizzata, nel rispetto degli strumenti urbanistici della Citta' di Pescara vigenti, a predisporre interventi urgenti per la valorizzazione degli spazi del complesso immobiliare "Ex Cofa" di Pescara di proprieta' della Regione Abruzzo, attraverso la demolizione dei manufatti decadenti nel rispetto delle procedure di legge. Per la finalita' e' autorizzato un intervento di spesa pari a Euro 930.000,00 a valere sulle disponibilita' del capitolo di spesa 02.02.002 - 12101, denominato "Spese per nuove opere e ristrutturazioni degli immobili regionali" del bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario.

4. Per l'esercizio finanziario 2014, le entrate regionali relative ai canoni e proventi per l'utilizzo del demanio idrico di cui all'art. 86 del D.Lgs. 112/1998 sono destinate per l'importo di Euro 930.000,00 al finanziamento dell'intervento di manutenzione straordinaria urgente di cui al comma 3.

5. Al bilancio di previsione del corrente esercizio finanziario sono apportate le seguenti modifiche in termini di competenza e di cassa:

a) lo stanziamento del capitolo di spesa 05.02.012 - 152108, denominato "Interventi di tutela delle risorse idriche e dell'assetto idraulico e idrogeologico" e' ridotto di Euro 930.000,00;

b) lo stanziamento del capitolo di spesa 02.02.002 - 12101, denominato "Spese per nuove opere e ristrutturazioni degli immobili regionali" e' incrementato di Euro 930.000,00.

6. L'art. 6 della L.R. 17 aprile 2014, n. 17 (Disposizioni per la promozione dell'inclusione sociale delle persone sorde e del riconoscimento della lingua dei segni italiana e integrazione alla L.R. 13 gennaio 2014, n. 7) e' abrogato.

7. L'art. 9 della L.R. 13 gennaio 2014, n. 7 recante "Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2014 e pluriennale 2014-2016 della Regione Abruzzo (Legge Finanziaria Regionale 2014)" e' abrogato.

8. Al bilancio di previsione di cui alla L.R. 13 gennaio 2014, n. 8 recante "Bilancio di previsione per l'esercizio finanziario 2014 - Bilancio pluriennale 2014 - 2016" sono apportate le variazioni, in termini di competenza e di cassa, riportate nel prospetto di variazione "Prospetto A" allegato alla presente legge.

9. I maggiori oneri derivanti dalla Convenzione con il Corpo Forestale dello Stato di cui all'art. 8 della L.R. 10 gennaio 2014, n. 3 (Legge organica in materia di tutela e valorizzazione delle foreste, dei pascoli e del patrimonio arboreo della Regione Abruzzo), sono corrisposti dalla Direzione regionale competente in materia di Politiche Agricole mediante lo stanziamento iscritto sul capitolo di spesa 07.01.002 - 111417, di nuova istituzione, denominato "Oneri derivanti dalla Convenzione con il Corpo Forestale dello Stato.

10. Agli oneri derivanti dal comma 9, valutati in euro 250.000,00, si provvede introducendo le seguenti modifiche per competenza e cassa del bilancio per il corrente esercizio finanziario:

a) UPB 07.01.002 Cap. 111417.1 "Oneri derivanti dalla Convenzione con il Corpo Forestale dello Stato" - in aumento € 250.000,00;

b) UPB 01.01.002 Cap. 11623 dell'entrata denominato "Tassa per l'abilitazione alla ricerca dei tartufi" - in aumento € 50.000,00;

c) UPB 03.04.001 Cap. 31102 dell'entrata denominato "Entrate derivanti da introiti per attivita' vivaistico forestale" - in aumento € 50.000,00;

d) UPB 07.01.002 Cap. 111404 "Interventi per la raccolta e la commercializzazione, tutela e valorizzazione dei tartufi in Abruzzo" - in diminuzione € 70.000,00;

e) UPB 07.01.002 Cap. 291419 "Interventi per la protezione della flora L.R. 11.9.1979, n. 45 e successive modifiche" - in diminuzione € 20.000,00;

f) UPB 07.02.009 Cap. 102419 "Fondo per le emergenze zootecniche e sanitarie della Regione Abruzzo" - in diminuzione € 60.000,00.

10-bis All'elenco dei capitoli di spesa per aperture di credito a favore dei funzionari delegati (Art. 37, L.R. 25.3.2002, n. 3) allegato al bilancio di previsione corrente e' inserito il capitolo di spesa 07.01.002 - 111417, articolo 1, denominato "Oneri derivanti dalla Convenzione con il Corpo Forestale dello Stato", per un importo in termini di competenza pari a Euro 250.000,00.

_________________

Note all'art. 31:

     Il comma 9 e' stato cosi' sostituito dall'art. 3, comma 1, L.R. 29 dicembre 2014, n. 51. Vedi il testo originale.

     Il comma 10-bis e' stato aggiunto dall'art. 3, comma 2, L.R. 29 dicembre 2014, n. 51.

_____________________________________