Intera legge

L.R. 26 settembre 2014, n. 36

Modifiche alla L.R. 13 gennaio 2014, n. 7 (Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio annuale 2014 e pluriennale 2014 - 2016 della Regione Abruzzo (Legge Finanziaria Regionale 2014)) e alla L.R. 25 ottobre 1996, n. 96 (Norme per l'assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la determinazione dei relativi canoni di locazione).

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 5/6 del 16 settembre 2014, pubblicata nel BURA 8 ottobre 2014, n. 40 ed entrata in vigore il 9 ottobre 2014)

 

Testo vigente
(in vigore dal 09/10/2014)

 
   

 
Art. 2
(Integrazione alla L.R. 96/1996)

1. Dopo l'articolo 9 della L.R. 25 ottobre 1996, n. 96 (Norme per l'assegnazione e la gestione degli alloggi di edilizia residenziale pubblica e per la determinazione dei relativi canoni di locazione) e' inserito il seguente:
"Art. 9-bis
(Norme per la gestione delle assegnazioni a seguito di sostituzione edilizia)
1. Nel caso di sgombero coattivo di stabili, occupati da assegnatari di alloggi di edilizia residenziale pubblica, destinati alla demolizione e ricostruzione o al recupero urbanistico o al risanamento edilizio, gli originari assegnatari, in possesso dei requisiti per la permanenza, possono ottenere, con priorita' sui richiedenti collocati nelle graduatorie in atto anche definitive e, ove necessario, secondo l'anzianita' delle assegnazioni originarie, tra loro, o la riassegnazione di nuovi alloggi ricostruiti o recuperati, o l'assegnazione di altri alloggi disponibili, purche' assoggettati, in entrambi i casi, allo stesso regime di quelli originariamente assegnati.
2. Ove i nuovi alloggi siano ricostruiti o recuperati in regime diverso rispetto a quello degli alloggi originariamente assegnati, la possibilita' di riottenerne la riassegnazione, con le priorita' e le modalita' di cui al comma 1, e' riconosciuta a condizione che siano accettati il diverso regime e le diverse condizioni contrattuali, anche se piu' onerose, derivanti dalle normative o dalle fonti di finanziamento in forza delle quali gli interventi di ricostruzione o di recupero sono stati realizzati.".