Intera legge

L.R. 28 gennaio 2020, n. 3

Disposizioni finanziarie per la redazione del bilancio di previsione finanziario 2020-2022 della Regione Abruzzo (legge di stabilita' regionale 2020).

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 22/3 del 27 dicembre 2019, pubblicata nel BURA 31 gennaio 2020, n. 10 Speciale ed entrata in vigore il 1o gennaio 2020)

 

Testo vigente
(in vigore dal 01/01/2020)

 
   

CAPO IV
Ulteriori disposizioni

 
Art. 41
(Abruzzo Regione del Benessere)

1. Con le presenti disposizioni la Regione intende valorizzare, tutelare e promuovere il Benessere dei cittadini abruzzesi sotto il profilo fisico, culturale, ambientale ed alimentare.

2. Il presente articolo intende altresi' promuovere e valorizzare l'Abruzzo come Regione del Benessere al fine di orientare l'offerta turistico-ricettiva in chiave di turismo sostenibile cogliendone le specificita', le bellezze naturali e l'impegno alla conservazione della natura, da sempre caratterizzanti l'azione di governo regionale.

3. Per Benessere si intende l'insieme degli elementi connotanti la qualita' della vita umana ovvero il benessere fisico e morale dell'uomo nel contesto ambientale che lo circonda.

4. "Abruzzo Benessere" costituisce la sigla identificativa degli interventi realizzati in attuazione delle presenti norme, nonche' la denominazione delle relative iniziative turistico-promozionali.

5. Entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del presente articolo, la Presidenza del Consiglio regionale bandisce un concorso di idee per la individuazione del logo "Abruzzo Benessere", logo che andra' a caratterizzare tutte le iniziative regionali sulla materia ed il cui utilizzo costituira' elemento necessario per il conseguimento delle provvidenze rese in attuazione del presente articolo. La Presidenza provvede alle spese del concorso nell'ambito dei fondi assegnati al Consiglio regionale.

6. L'educazione al Benessere costituisce elemento fondante per la crescita complessiva della popolazione abruzzese, con particolare riguardo alla educazione delle giovani generazioni.

7. L'educazione al Benessere si articola in:

a) educazione ambientale intesa come educazione alla conoscenza ed al rispetto della natura nonche' alla valorizzazione delle attivita' umane sostenibili;

b) educazione al corretto stile di vita inteso come la serie di attivita' fisiche e comportamentali in grado di prevenire o comunque diminuire l'insorgenza di malattie;

c) educazione culturale intesa come educazione alla conoscenza ed alla valorizzazione della cultura e delle tradizioni Abruzzesi;

d) educazione alimentare come educazione alla corretta alimentazione valorizzando i prodotti tipici locali e a km zero.

8. La Regione, tramite gli Assessorati ai Parchi ed all'Ambiente, incentiva la trasformazione dei Centri di Educazione Ambientale di cui alla legge regionale 29 novembre 1999, n. 122 (Disciplina degli interventi in materia di educazione ambientale) in Centri di Educazione al Benessere.

9. La Giunta regionale incentiva programmi e progetti di Educazione al Benessere nelle scuole di ogni ordine e grado stipulando idonee convenzioni con l'Ufficio Regionale Scolastico anche integrando quelle gia' esistenti. Nei progetti possono essere coinvolte associazioni ambientaliste, enti parco e riserve regionali, aziende sanitarie, organizzazioni di categoria ed ogni altro soggetto pubblico o privato in grado di fornire adeguato supporto alle iniziative in materia. La Giunta prevede specifiche provvidenze per sostenere asili ed asili nido, anche privati, che attuino iniziative di educazione al benessere.

10. La Giunta regionale istituisce i "Parchi del Benessere" in cui, accanto alla tradizionale attivita' di conservazione della natura, sono previste attivita' coerenti con i principi ispiratori del presente articolo. Entro sessanta giorni dall'entrata in vigore del presente articolo, la Giunta emana il bando per l'istituzione dei nuovi parchi ovvero la trasformazione delle riserve esistenti, disciplinandone contenuti ed attivita', nonche' criteri per l'ammissione a finanziamento delle domande degli enti locali interessati.

11. All'Assessorato all'Ambiente compete coordinare interventi ed incentivi in materia di sviluppo sostenibile, inteso come sviluppo compatibile con la salvaguardia e tutela dell'ambiente. Redige annualmente il rapporto sullo sviluppo sostenibile in Abruzzo evidenziando risultati raggiunti ed obiettivi da perseguire.

12. Agli oneri derivanti dal presente articolo, stimati per l'anno 2020 in euro 550.000,00, si provvede con le risorse allocate alla Missione 05, Programma 02, Titolo 1, capitolo di nuova istituzione "Interventi Abruzzo regione del benessere" del bilancio di previsione finanziario regionale 2020-2022.

13. Per gli esercizi successivi gli stanziamenti sono determinati ed iscritti con le rispettive leggi di bilancio.

_________________

Note all'art. 41:

     Per l'attuazione del programma "Abruzzo Regione del Benessere" di cui al presente articolo, vedi l'art.2, commi 1 e 2, L.R. 6 novembre 2020, n. 31.

     Per l'esercizio 2021, il presente articolo e' stato rifinanziato per l'importo di euro 500.000,00 dall'art. 4, comma 1, L.R. 30 luglio 2021, n. 15.

_____________________________________