Intera legge

L.R. 13 ottobre 2020, n. 29

Modifiche alla legge regionale 12 aprile 1983, n. 18 (Norme per la conservazione, tutela, trasformazione del territorio della Regione Abruzzo), misure urgenti e temporanee di semplificazione e ulteriori disposizioni in materia urbanistica ed edilizia.

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 34/2 del 29 settembre 2020, pubblicata nel BURA 16 ottobre 2020, n. 160 Speciale ed entrata in vigore il 17 ottobre 2020)

 

Testo vigente
(in vigore dal 17/10/2020)

 
   

CAPO I
Modifiche alla l.r. 18/1983

 
Art. 7
(Modifica all'art. 23 della l.r. 18/1983)

1. Il comma 3 dell'articolo 23 della l.r. 18/1983 e' sostituito dal seguente:
"3. Il procedimento di formazione dei Piani di lottizzazione di iniziativa privata e' quello di cui agli articoli 20 e 21. Decorsi 30 giorni dalla presentazione degli atti senza che il Comune abbia assunto provvedimenti deliberativi ovvero avanzato richieste di integrazione istruttoria e/o documentale, i richiedenti possono inoltrare al Comune un atto di diffida, trasmettendone copia alla Regione, la quale, decorso l'ulteriore periodo di 30 giorni senza che il Comune abbia deliberato, provvede in via sostitutiva nei 30 giorni successivi a mezzo di apposito Commissario ad acta, all'uopo designato.".

_________________

Note all'art. 7:

     Con delibera del 10 dicembre 2020, il Consiglio dei ministri ha impugnato dinanzi alla Corte Costituzionale, ai sensi dell'art. 127 della Costituzione, il comma 1 per violazione dell'art. 3, dell'art. 9, dell'art. 97  e dell'art. 117, commi secondo, lettera  s), e terzo della Costituzione. Con l'art. 19, comma 8, lett. b) e c), L.R. 20 gennaio 2021, n. 1 sono state introdotte modifiche all'art. 23 ed e' stato inserito l'art. 23-ter alla L.R. 12 aprile 1983, n. 18. Con successiva delibera del 25 marzo 2021, il Consiglio dei ministri, alla luce delle predette modifiche, ha ritenuto superati i rilievi precedentemente sollevati ed essere venuto meno l'interesse a coltivare il ricorso pendente di fronte alla Corte Costituzionale, limitatamente al comma 1 del presente articolo e agli artt. 3 e 10.

     Con sentenza n. 92 del 2022, la Corte costituzionale ha dichiarato estinto il processo con riguardo alle questioni di legittimita' costituzionale, promosse in riferimento all'art. 3, all'art. 9, all'art. 97 e all'art. 117, secondo comma, lettera  s), e terzo comma della Costituzione.

_____________________________________