Intera legge

L.R. 7 dicembre 2020, n. 36

Modifiche ed integrazioni alla legge regionale 30 maggio 1974, n. 17 (Norme per l'esercizio delle funzioni delegate alla Regione con Decreto del Presidente della Repubblica 15 gennaio 1972, n. 8, in materia di interventi di pronto soccorso in dipendenza di calamita' naturali).

(Approvata dal Consiglio regionale con verbale n. 38/4 del 17 novembre 2020, pubblicata nel BURA 9 dicembre 2020, n. 204 Speciale ed entrata in vigore il 10 dicembre 2020)

 

Testo vigente
(in vigore dal 10/12/2020)

 
   

 
Art. 4
(Inserimento dell'art. 2-bis nella l.r. 17/1974)

1. Dopo l'articolo 2 della l.r. 17/1974 e' inserito il seguente:
"Art. 2-bis
1. Gli interventi urgenti di cui all'articolo 2 sono realizzati avuto riguardo all'entita' del bene esposto al pericolo incombente ed all'entita' del danno ipotizzabile stimato nel numero di persone coinvolte, considerando come valore primario da salvaguardare l'incolumita' delle persone secondo il seguente ordine prioritario:
a) gli agglomerati urbani comprese le zone di espansione urbanistica;
b) le infrastrutture a rete e vie di comunicazione di rilevanza strategica privilegiando il pronto ripristino della funzionalita' delle infrastrutture stradali di livello provinciale e comunale interrotte parzialmente o totalmente, la cui scala di priorita' e' individuata in funzione della popolazione servita e di immanente potenziale isolamento di centri abitati, nonche' di collegamento ad infrastrutture di primaria necessita' quali presidi medico-ospedalieri, presidi di pubblica sicurezza ed altri edifici ed opere individuati nei piani di emergenza comunali;
c) le aree in cui insistono insediamenti produttivi o impianti tecnologici di rilievo;
d) le aree sede di servizi pubblici e privati, di strutture ricettive, di impianti sportivi e ricreativi;
e) il patrimonio ambientale e beni culturali di interesse rilevante.
2. Ai fini di cui al comma 1, il Servizio del Genio civile regionale territorialmente competente o gli altri Enti diversi dalla Regione predispongono quanto previsto dal comma 3 dell'articolo 1-ter, con l'indicazione dettagliata di tutti gli elementi di cui al comma 1 che consentano la graduazione delle priorita' da parte del direttore del Dipartimento competente ai fini della concessione del finanziamento.".