Chi era
Sandro Spagnoli
Sandro Spagnoli >Sandro_Spagnoli.html

Sandro Spagnoli è nato a L’Aquila il 25/12/1957.


Dal 1979 faceva parte della Filiale di L’Aquila della Associazione Culturale Internazionale di cultura e volontariato Nuova Acropoli ed aveva costituito nella stessa il primo Nucleo Operativo di Protezione civile, Ecologia e Solidarietà.


Dal sorriso sempre vivo Sandro era a disposizione delle Istituzioni, in particolare del Consiglio regionale, di cui era dipendente. Anche in nome della Regione Abruzzo aveva partecipato a tante missioni svolte nelle emergenze, dimostrando professionalità, serietà ed apportando una carica di umanità nelle situazioni più difficili con la sua serenità e il suo buon umore.


Sulla base degli insegnamenti di Filosofia comparata capaci di abbracciare i più importanti sistemi di pensiero d’Oriente e d’Occidente, condivisi nei tanti anni di attività all’interno della sua Associazione, Sandro aveva sviluppato “l’Etica del Volontariato”, un percorso formativo di apprendimento filosofico e pratico con il quale insegnava ai giovani di Nuova Acropoli l’utilità ed il senso di responsabilità dell’essere un volontario a disposizione della cittadinanza. Il Corso di Formazione al Volontariato è tutt’oggi un metodo per vivere praticamente e attivamente il meglio della Filosofia di ogni tempo e di ogni dove e costituì per Sandro un modulo di formazione e di educazione del cittadino, al servizio della società e delle  Istituzioni.


La sua esperienza didattica lo aveva portato a tenere conferenze, tavole rotonde, lezioni ovunque ci fosse bisogno di un esperto sui temi tipici delle emergenze e delle calamità naturali: anticendio, esondazioni, rischio sismico, NBC, topografia ed orientamento, primo soccorso, Psicologia delle catastrofi. Da ultimo ricordiamo l’intervento presso l’Università di Roma “La Sapienza” per un master di Protezione Civile.

L’amore per la sua regione lo aveva portato ad organizzare 27 edizioni del campo scuola “7 Giorni in Natura”, campo educativo e formativo nella prevenzione e nella lotta contro gli incendi, dirigendo più di cento giovani volontari al fianco delle Istituzioni.

Tra le Missioni  Nazionali, ricordiamo:

Terremoto Umbria – Marche 1997, durante la quale ha diretto 50 volontari per fornire assistenza materiale e sostegno psicologico ai terremotati di Foligno.

Alluvione Piemonte 2000: operazioni di soccorso alle popolazioni colpite. Con 40 volontari per quindici giorni continuativi prestando assistenza nella zona del Monferrato.

Terremoto Molise 2002: ha diretto operazioni di soccorso alla popolazione di S. Giuliano, con 60 volontari per quindici giorni continuativi per l’allestimento e la gestione di un campo di accoglienza. Gestione dell’assistenza psicologica ai senza tetto.
































Tante le missioni internazionali alle quali Sandro ha partecipato in qualità di disaster manager costituendo un gruppo internazionale di search and rescue (ricerca e soccorso). Tra queste ricordiamo:

Missione Arcobaleno in Albania 1999, portando al suo seguito 100 volontari di Nuova Acropoli Italia. Allestimento tendopoli ed alloggiamento dei profughi, distribuzione pasti, sostegno psicologico.

Missione Concordia 2005 Thailandia: aiuto alle popolazioni colpite dallo tzunami. Operazione svolta in tre fasi nel campo di Khaolak, a 130 Km da Phuket, costituzione di una equipe medica per l’assistenza agli infortunati e di una tecnica per la ricostruzione di scuole elementari.

Terremoto Pakistan 2005: Missione di soccorso nella zona di Muzaffarabad per il ripristino delle strade, delle normali condizioni di vita, ricostruzione delle abitazioni, visite mediche ed interveni chirurgici ambulatoriali.

Terremoto Indonesia 2006:

Missione di soccorso alla popolazione di Yogyakarta colpita dal sisma. Prime operazioni di ripristino;

Missione Indonesia 2008: soccorso e ricostruzione di scuole elementari.

Vi sono infine le esercitazioni internazionali, per tutte ricordiamo:

Estia 2007, Genova 31 maggio – 3 giugno. Esercitazione di ricerca e soccorso con 170 partecipanti del Gea Internazionale, Mo.Da.Vi. e Nuova Acropoli Italia.